Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza. Se non sei d'accordo puoi disattivarli, anche se non lo consigliamo

Trattamenti Metodo Bertelè, dott.ssa Patrizia Lattuada


bertele1Il metodo Bertelè è un metodo dolce e profondo che permette alla persona di lasciar andare le tensioni muscolari, recenti e antiche, che si strutturano per rimediare ai danni prodotti da traumi, sovraccarico, interventi, posture scorrette, patologie ortopediche o neurologiche.

Le contratture si formano perché il corpo è intelligente e cerca sempre di venire in nostro aiuto, mettendoci nella posizione adatta a non sentire dolore, ma così facendo perde equilibrio ed è costretto a un incessante lavoro di compensazione.

Questo provoca delle modificazioni e dopo un po’ di tempo la colonna si schiaccia, la spalla risale, il bacino ruota, un arto sembra essere diventato più corto: il corpo non ce la fa più. Cosa fare allora? 




COME FUNZIONA UN TRATTAMENTO
E’ indispensabile far riacquistare lunghezza ai muscoli nella loro globalità. Quando le catene muscolari vengono allungate il corpo ritrova elasticità e viene a crearsi maggiore spazio nebertelelle articolazioni che, meglio nutrite, permettono un miglior movimento e una diminuzione o scomparsa del dolore.

Questa metodologia diventa così uno strumento prezioso per imparare a percepire il proprio corpo in modo profondo, a comprenderne in parte la complessità, a ritrovare una postura più equilibrata ed armoniosa e una maggiore agilità.

Le sedute sono individuali e durano circa un’ora. La manualità è morbida e profonda e consiste in trazioni, pressioni, allungamenti passivi e in seguito in posture da mantenere attivamente.


IL METODO E' APPLICATO SU PATOLOGIE:
Posturali ortopediche di:

- Ginocchia: varismo, valgismo, condropatie, meniscopatie;

- Piedi: valgismo degli alluci, piedi piatti, pronati, cavi, supinati, dita en griffe, spina calcaneare, fascite plantare, tendiniti achillee;

- Anca: displasia congenita, coxartrosi, periartrite, necrosi asettica;

- Rachide: scoliosi idiopatiche, ipercifosi, iperlordosi, osteocondrosi, ernie del disco, brachialgie, sciatalgie;

- Collo: torcicolli congeniti, secondari acquisiti;

- Spalle: periartriti, spalla congelata, tendinopatie;

- Gomiti, polsi, mani: epicondiliti, epitrocleiti, brachialgie, tunnel carpale, morbo di Dupuytren, morbo di De Quervain, dita a scatto, rizoartrosi;

- Tutti gli esiti di traumi ossei, articolari, muscolotedinei.

Neurologiche:
Spasticità, paralisi cerebrali infantili, esiti di coma, di ictus, sclerosi multipla, morbo di Parkinson, distonie.


...E PER IL BENESSERE DI:
- Atleti, musicisti, sportivi, attori, danzatori, chiunque desideri mantenere e migliorare le proprie prestazioni muscolari e motorie, oppure di bambini ed adolescenti con il fine di accompagnare la crescita mantenendo un corpo armonico.

- Di coloro che per lavoro sono sottoposti a sforzi, che sollevano pesi, che mantengono posizioni a lungo, che sono costretti a stare tante ore in piedi od anche per chi deve stare necessariamente seduto, per chi sta ore al computer o sui libri, per chi va in palestra e fa esercizi di potenziamento non equilibrati.

- Di tutti coloro che vogliono diventare più consapevoli delle potenzialità del proprio corpo e che hanno a cuore il proprio sistema muscolare e intendano mantenerlo il più possibile in equilibrio.


dott.ssa Patrizia Lattuada
Fisioterapista - Metodo Bertelè
SOSMEB - Società Scientifica Metodo Bertelè
Abbiategrasso (MI) 
Riceve su appuntamento: tel. 3407120221